Pier Paolo Pasolini rivisto da Fernando Acitelli

Pier Paolo Pasolini rivisto da Fernando Acitelli

Gli attori Saverio e Caterina Vallone leggeranno brani tratti da Accattone e Mamma Roma a colori di F. Acitelli

Martedì 20 dicembre ore 20:00

Evento in presenza in libreria e in diretta streaming su YouTube:

www.youtube.com/c/libreriarotondi-roma

Iniziativa finanziata con fondi della Regione Lazio

Quando cadrà finalmente l’oblio sul centenario di Pier Paolo Pasolini, trasformato in un’icona popolare a uso e consumo delle masse, la sua voce tornerà ad essere inascoltata e inattuale, come i versi di ogni poeta in questa società votata alla prosa social. E il poeta Fernando Acitelli tornerà a dialogare solitario con lui, riprendendo il filo interrotto della conversazione (da un telefono a gettoni) nella splendida raccolta poetica Accattone (edita da ES nel 2015), bissata dal romanzo Mamma Roma a colori (edito da Ponte Sisto nel 2019).

“A Pier Pà, er fatto è che a difenneme ce stai sortanto te”, esordisce Acitelli, a stabilire una linea Maginot, ideale e immaginaria, per sopravvivere agli altri e se stessi. Come scrive Eraldo Affinati, “il narratore di Acitelli chiama sì col vecchio telefono a gettoni il grande scrittore e regista, in ascolto da chissà dove, e sempre muto, ma in fondo si rivolge a se stesso, alla sua infanzia perduta, alla sua adolescenza ferita, alla sua passione mortificata”. Acitelli vs Pasolini perché solo un poeta poteva costringere un suo simile a un indicibile silenzio.
“Che c’ho da dì, Pier Pà, te voglio bene, / nemmanco tu l’immagini sia quanto, / strignemese, filmamo quelle scene / de gioventù, de vita e poi de pianto”.

Fernando Acitelli è nato e vive a Roma. Si è laureato in Lettere Moderne all’Università La Sapienza e in Filosofia alla Pontificia Università Lateranense. Ha pubblicato undici raccolte di Poesia, tra le quali La solitudine dell’ala destra (1998); Blu di Seneca (2006); Cantos Romani (2012); Accattone (2015); La tristezza delle ripartenze (2018). Quindi vari romanzi, tra i quali Sulla strada del padre (2011); Cinema Farnese (2017); Junger e Heidegger a Wembley (2018). Inoltre tre libri di racconti: Il tempo si marca a uomo (2004); I vecchi esultano la sera (2007); Miagola Jane Birkin. Filologia degli anni Sessanta (2008). Ha scritto su La Gazzetta dello Sport e su Il Messaggero ed è stato opinionista in programmi sportivi in varie emittenti televisive.

Rotondi, Librai dal 1941.

Via Merulana 82, 00185 Roma – tel. 06 70.453.459