L’occultismo letterario del dottor Eliade

L’occultismo letterario del dottor Eliade

Relatori: Horia Corneliu Cicortaș e Gianfranco de Turris

Noto soprattutto come storico delle religioni, Mircea Eliade (Bucarest, 1907 – Chicago, 1986) è stato anche un prolifico narratore. Come la sua produzione letteraria è complementare a quella scientifica, così nella sua opera letteraria c’è un’interdipendenza tra dimensione “realistica” e “fantastica”. Non sorprende, dunque, che l’Eliade-letterato si sia avventurato anche sulle vie dell’esoterismo e delle scienze occulte, in narrazioni come Il segreto del dottor Honigberger (1940), ambientata in una misteriosa biblioteca dove il reale si intreccia con la finzione, la magia con il misticismo, il sacro con il profano.

previous arrow
next arrow
Slider

Horia Corneliu Cicortaș: insegna Storia delle tradizioni religiose presso l’Università di Trento. Negli ultimi anni ha tradotto e curato, per diverse case editrici, opere di Mircea Eliade, Emil Cioran, Ioan Petru Culianu e altri autori.

Gianfranco de Turris: giornalista e scrittore, autore di libri di narrativa dell’Immaginario, esoterismo, critica culturale, è presidente della Fondazione Evola e curatore delle opere del filosofo per le Edizioni Mediterranee e la casa editrice Pagine.

Evento realizzato con il patrocinio dell’Accademia di Romania in Roma.