Focus sull’Afghanistan

“Focus sull’Afghanistan”

attraverso i volumi:

“Afghanistan. Passato e presente” di Marika Guerrini

“Aman Ullah, il Re riformista” di Ehsanullah d’Afghanistan, a cura di Marika Guerrini

Relatrice: Marika Guerrini


presso la Corte di Di Veroli, via Guicciardini 5, a 100 metri dalla Libreria Rotondi

L’Afghanistan, paese denso di complessità e contraddizioni, è una terra dalla storia millenaria, spesso dimenticata o misconosciuta, travolta da guerre e tragedie ancora in atto che comunque non riescono a cancellare una ricchezza culturale ed artistica che merita di essere conosciuta e valorizzata. Condottieri, poeti, filosofi, artisti, religiosi, imperatori costituiscono il lascito di questa vicenda storica affascinante e misteriosa.

Una particolare attenzione è rivolta ai dieci anni di Regno di Aman Ullah (1919-1929), il Re riformatore, la cui lungimiranza e saggezza avevano portato il Paese afghano a grande modernizzazione, progresso culturale e tecnologico, figlio di un’indole di libertà e indipendenza propri a quel popolo. Modernizzazione interrotta poi per via di tradimenti ed estremismi locali ed internazionali.

Marika Guerrini, scrittrice, orientalista, storica dell’Afghanistan, studiosa di antropologia culturale e pedagogica e del pensiero filosofico di Rudolf Steiner. Euritmista, ideatrice del “Sakura Arte Roma”. Ha coperto cariche istituzionali (Min. degli Esteri- Min. Pubblica Istruzione), già Presidente IAC (Italy Afghanistan Committee), collaborato con la Rai, da tempo ha focalizzato l’attenzione sulla geopolitica internazionale, con particolare riferimento alla regione centro asiatica meridionale India inclusa. Ha vissuto in Afghanistan e Iran. Vive e lavora a Roma. Autrice di Grigiarancio, Asefi-Terziaria, 2000; sec. ediz. ampl. Amazon, 2011. Smashword Editino, 2011; lulu book, 2011; Massoud l’Afghano il tulipano dell’Hindu Kush, Venexia 2005; Afghanistan, Profilo storico di una cultura, Jouvence 2006; Rossoacero, Città del Sole Edizioni, 2013; “Afghanistan passato e presente”-Historica- Jouvence, 2014; “Oltre le mura di Baghdad”, Jouvence 2017; “Aman Ullah, il Re riformista” a cura di, -Historica-Jouvence 2018; “Beyond the walls of Baghdad” in uscita Jouvence International 2021; opere teatrali, fiabe. leggende, saggi e articoli anche in volumi collettivi tra cui “Tripartizione Umana ed Educazione” Graus 2007; “L’orientalista guerriero”, Il Cerchio 2011. Collabora con riviste e quotidiani.

Ehsanullah d’Afghānistān (Kābul (1926-Ginevra 2017). Figlio di re Aman Ullah d’Afghānistān e della regina Soraya. Causa esilio paterno trascorre a Roma l’infanzia e la giovinezza laureandosi in Ingegneria Civile. Funzionario dell’UNESCO. Docente in varie Università, compie missioni in Africa, Asia e America. Opererà in Benin, Botswara, Burkina Faso, Burundi, Capo Verde, Ciad, Congo, Costa d’Avorio, Zaire, Algeria, Guinea, Vietnam del Sud, Haiti, Indonesia, Mali, Marocco, Nepal, Niger, Togo. In seguito al pensionamento (1987) continuerà a lavorare come consulente fino al 1991. Poi prenderà avvio la sua personale “missione” in cui terrà conferenze sull’Afghānistān in vari paesi europei, tra cui Francia, Paesi Bassi, Germania, Svizzera, Italia ma anche nello stesso Afghānistān, sarà infatti ad Herāt nel 1994, dove terrà una conferenza per la Pace. Poi ancora missioni e consulenze su Progetti Alimentari, sull’Ingegneria contro il dissesto, sarà volontario della Croce Rossa.

Evento organizzato in collaborazione con la Cartoleria Di Veroli.

Si informa che partecipando all’evento si acconsente automaticamente alla registrazione dell’incontro.