Dante e l’Islam

Dante e l’Islam


webinar

Relatore: Alberto Ventura
Introduce: Franco Galletti

In diretta streaming su Zoom e Youtube:

Link YouTube:  www.youtube.com/c/libreriarotondi-roma

Zoom Meeting ID: 585 861 2913, password: Rotondi
in alternativa si accede dal link: https://zoom.us/j/5858612913?pwd=N1ErNHRzdmZnYTRYKzByUlFQMmJ6Zz09

È ormai più di un secolo che, in seguito agli studi del sacerdote spagnolo Miguel Asìn Palacios, sono state rilevate numerose analogie fra i motivi della Divina Commedia e la letteratura islamica sull’oltretomba. La tesi di una possibile influenza dell’Islam sull’opera dantesca ha suscitato negli anni numerose polemiche e vivaci prese di posizione, che ancor oggi non si sono del tutto esaurite. Rispetto a cento anni fa, tuttavia, gli islamisti e gli italianisti odierni, grazie a un’intensa stagione di studi, sono in gran parte approdati a una visione più equilibrata del problema. Le analogie fra i due mondi e fra le loro rispettive tradizioni letterarie non vanno lette come una sorta di plagio di una cultura nei confronti dell’altra, ma piuttosto come il segno di una più generale comunanza intellettuale e spirituale fra le due sponde del Mediterraneo.

Alberto Ventura è autore di numerosi scritti sull’Islam e il Sufismo. Fra di essi ricordiamo la traduzione delle opere complete di al-Ḥallāj (Il Cristo dell’Islam, Mondadori, Milano 2007) e i contributi al volume Islam (a cura di G. Filoramo, Laterza, Roma-Bari 2012). Ha inoltre curato una nuova edizione italiana del Corano (Mondadori, Milano 2010), una scelta di materiali sul Profeta dell’Islam (Vite e detti di Maometto, Mondadori, Milano 2014), Sapienza Sufi (Edizioni Mediterranee, Roma 2016) e Lo yoga dell’Islam (Edizioni Mediterranee, Roma 2019).

Franco Galletti è stato docente presso l’Università ‘La Sapienza’ di Roma, svolgendo ricerca e attività clinica nella Facoltà di Medicina. Da più di trent’anni si è applicato anche alla conoscenza delle religioni, del simbolismo sacro e degli studi tradizionali. In questi ambiti ha partecipato a convegni e pubblicato articoli soprattutto sulla valenza iniziatica del Cristianesimo primitivo e della poesia medievale. Su quest’ultimo argomento ha pubblicato nel 2020 una monografia edita da Mimesis e intitolata: La bella veste della Verità. La dottrina iniziatica/sapienziale di Dante e dei Fedeli d’Amore e la loro influenza intellettuale e politica.

Si informa che partecipando all’evento si acconsente automaticamente alla registrazione dell’incontro.


Rotondi, Librai dal 1941

Via Merulana 82, 00185 Roma – tel. 06 70.453.459