Culto degli antenati nel mondo antico e trasmissione iniziatica

Culto degli antenati nel mondo antico e trasmissione iniziatica

Relatore: Alessandro Orlandi

Vi sono presenze incorporee e situazioni tangibilmente imponderabili, che ciascuno di noi riconosce come parti integranti della propria intimità. Usualmente rientrano in una sfera profonda, da non esternare: la percezione emotiva della presenza protettrice di un defunto, ne è un possibile esempio. Ma tanti ancora se ne potrebbero enumerare. Eppure – se ad un livello personale reclamiamo intimità in questo rapporto incorporeo, bisogna riconoscere che si tratta di un fenomeno condiviso – per quanto ci è dato sapere – dall’intero genere umano. Tali presenze affondano le proprie radici nei primordi dell’umanità, ben oltre la sua caduca memoria.

previous arrow
next arrow
Slider

Lo scritto di Orlandi getta luce proprio su quelle origini lontane, sul loro rapporto con le grandi tradizioni spirituali dell’umanità e sulla trasmissione iniziatica.

Alessandro Orlandi: editore della Lepre dal 2007, è anche matematico, museologo, musicista e autore di vari articoli e saggi sulla matematica, la museologia scientifica, la tradizione ermetica, l’alchimia, le origini del Cristianesimo e i Misteri del mondo antico.