Beati Pauperes Spiritu. Attualità di Meister Eckhart

Beati Pauperes Spiritu. Attualità di Meister Eckhart

Relatore: Marco Vannini

Introduce: Beatrice Iacopini

Mercoledì 18 gennaio ore 19:00

Evento in diretta streaming su YouTube:

www.youtube.com/c/libreriarotondi-roma

Marco Vannini, nel suo nuovo volume “Beati pauperes spiritu”, prende spunto dal sermone più profondo di Meister Eckhart, che spiega la prima delle Beatitudini, Beati i poveri nello spirito (Mt 5,7), nel quale il teologo tedesco descrive la vera povertà evangelica, che non consiste nella privazione dei beni materiali, ma nel niente volere, avere, sapere, essere. In questo radicale distacco ci si libera da tutti i legami, compresi quelli religiosi (di qui la celebre espressione: “Prego Dio che mi liberi da Dio”, ovvero da ogni forma appropriativa dell’egoità psichica, e, al di sopra del tempo e dello spazio, si scopre lo spirito, nostra realtà essenziale e realtà stessa di Dio, con la sua beatitudine. Mentre dal confronto con la cultura contemporanea appare evidente come da un lato la religione positiva sia naufragata nel mare della demitizzazione e, dall’altro, filosofia e psicologia siano impotenti a rispondere alla prima e fondamentale esigenza, quella della conoscenza di noi stessi, l’insegnamento del magister medievale, riemerso dopo secoli di oblio, si mostra ai nostri giorni in tutta la sua verità.

Marco Vannini, filosofo, studia da mezzo secolo la mistica cristiana. Ha curato l’edizione italiana di tutte le opere tedesche e latine di Meister Eckhart e tratto dall’oblio numerosi altri autori mistici, antichi, medievali, moderni. Tra i suoi ultimi lavori ricordiamo Mistica, psicologia, teologia (2019), Introduzione alla mistica (2021) e Prego Dio che mi liberi da Dio. La religione come verità e come menzogna (2022).

Beatrice Iacopini è laureata in filosofia ed ha conseguito il Magistero in Scienze religiose. Attualmente insegna religione in un liceo di Pistoia e tiene corsi alla Scuola diocesana di Teologia. Ha dedicato molti anni di studio alla figura di Etty Hillesum, pubblicando insieme a Sabina Moser Uno sguardo nuovo. Il problema del male in E. Hillesum e S. Weil (2009) e l’antologia di brani tratti dal Diario e dalle Lettere di Hillesum, Il gelsomino e la pozzanghera (2018). Ha anche tradotto e curato un’antologia di scritti di John Henry Newman, Il destino dell’anima. Il sogno di Geronzio e altri scritti escatologici (2020)

Rotondi, Librai dal 1941.

Via Merulana 82, 00185 Roma – tel. 06 70.453.459