Il maestro di Cagliostro

Il maestro di Cagliostro

Relatore: Ruggiero di Castiglione

Sulla scorta di fonti scarsamente note e di documenti inediti di prima mano, il Relatore – autore di un’importante monografia sull’argomento – tratteggia un avvincente «spaccato» del mondo esoterico della seconda metà del XVIII secolo, dove, in un variopinto proscenio mediterraneo dominato dalla longa manus della Massoneria e dell’Ordine di Malta, è la rocambolesca e insieme tragica figura del Conte di Cagliostro a troneggiare, con tutti i suoi fulgori e le sue ombre.

previous arrow
next arrow
Slider

La controversa vicenda che ebbe per protagonista il «Gran Cofto» di goethiana memoria, trova, tuttavia, una sua spiegazione, tutt’altro che «misteriosofica», nei legami intercorsi tra quest’ultimo e il cavaliere Luigi d’Aquino, inquieto rampollo di una delle più antiche e prestigiose casate napoletane, che di Cagliostro fu – al tempo stesso – mentore e sodale. Di questo singolare connubio, consolidatosi all’ombra del Vesuvio ma anche altrove, si ricostruirà la trama nascosta, nonché tutti i possibili riverberi, tanto sul piano storico quanto su quello più squisitamente iniziatico o meta-storico, con ciò contribuendo a gettare una luce su alcuni passaggi «cruciali» della vita di Cagliostro, che sono rimasti, fino ad oggi, misteriosi e indecifrati.

Ruggiero di Castiglione è nato a Napoli nel 1940. Profondo studioso di simbolismo e di tradizioni, è autore di sei volumi sulla storia della Massoneria (La Massoneria delle Due Sicilie e i “fratelli” meridionali del ‘700) e del noto Corpus Massonicum. Ha recentemente pubblicato, tra gli altri saggi, Il Conte di Cagliostro e il Cavaliere d’Aquino (2015).